provaFondi

FONDI PARITETICI INTERPROFESSIONALI

Cosa sono e a cosa servono?

I Fondi paritetici interprofessionali nazionali sono organismi di natura associativa promossi dalle Parti Sociali che hanno lo scopo di finanziare gli interventi di formazione continua delle imprese aderenti e rappresentano una forma di “accantonamento” che permette alle aziende di finanziare piani formativi altamente qualificanti, bypassando il problema dei costi.

Come aderire ai fondi?

L’adesione si effettua attraverso il modello di denuncia contributiva DM/10 dell’INPS, che tutte le imprese utilizzano ogni mese.

Aderire ad un fondo implica costi aggiuntivi per le imprese?

Assolutamente No. Aderire a un Fondo non comporta alcuna spesa aggiuntiva: tutte le aziende in Italia, per ciascun dipendente, versano mensilmente un contributo Inps che è possibile recuperare (0,30%) e destinare alla formazione dei propri dipendenti.
Le aziende possono chiedere, infatti, all’INPS di trasferire il contributo da loro versato per i propri dipendenti al Fondo Interprofessionale più affine all’attività produttiva svolta.

Come si definisce l’adesione ad un Fondo da parte di un’azienda?

Le imprese possono aderire liberamente al Fondo Interprofessionale che preferiscono. Le modalità di finanziamento sono poi stabilite dai singoli Fondi tramite Bandi e Avvisi pubblici.

FONDI PARITETICI INTERPROFESSIONALI

Cosa sono e a cosa servono?

I Fondi paritetici interprofessionali nazionali sono organismi di natura associativa promossi dalle Parti Sociali che hanno lo scopo di finanziare gli interventi di formazione continua delle imprese aderenti e rappresentano una forma di “accantonamento” che permette alle aziende di finanziare piani formativi altamente qualificanti, bypassando il problema dei costi.

Come aderire ai fondi?

L’adesione si effettua attraverso il modello di denuncia contributiva DM/10 dell’INPS, che tutte le imprese utilizzano ogni mese.

Aderire ad un fondo implica costi aggiuntivi per le imprese?

Assolutamente No. Aderire a un Fondo non comporta alcuna spesa aggiuntiva: tutte le aziende in Italia, per ciascun dipendente, versano mensilmente un contributo Inps che è possibile recuperare (0,30%) e destinare alla formazione dei propri dipendenti.
Le aziende possono chiedere, infatti, all’INPS di trasferire il contributo da loro versato per i propri dipendenti al Fondo Interprofessionale più affine all’attività produttiva svolta.

Come si definisce l’adesione ad un Fondo da parte di un’azienda?

Le imprese possono aderire liberamente al Fondo Interprofessionale che preferiscono. Le modalità di finanziamento sono poi stabilite dai singoli Fondi tramite Bandi e Avvisi pubblici.

FONDI PARITETICI INTERPROFESSIONALI

Cosa sono e a cosa servono?

I Fondi paritetici interprofessionali nazionali sono organismi di natura associativa promossi dalle Parti Sociali che hanno lo scopo di finanziare gli interventi di formazione continua delle imprese aderenti e rappresentano una forma di “accantonamento” che permette alle aziende di finanziare piani formativi altamente qualificanti, bypassando il problema dei costi.

Come aderire ai fondi?

L’adesione si effettua attraverso il modello di denuncia contributiva DM/10 dell’INPS, che tutte le imprese utilizzano ogni mese.

Aderire ad un fondo implica costi aggiuntivi per le imprese?

Assolutamente No. Aderire a un Fondo non comporta alcuna spesa aggiuntiva: tutte le aziende in Italia, per ciascun dipendente, versano mensilmente un contributo Inps che è possibile recuperare (0,30%) e destinare alla formazione dei propri dipendenti.
Le aziende possono chiedere, infatti, all’INPS di trasferire il contributo da loro versato per i propri dipendenti al Fondo Interprofessionale più affine all’attività produttiva svolta.

Come si definisce l’adesione ad un Fondo da parte di un’azienda?

Le imprese possono aderire liberamente al Fondo Interprofessionale che preferiscono. Le modalità di finanziamento sono poi stabilite dai singoli Fondi tramite Bandi e Avvisi pubblici.